MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Far lavorare i clienti è la nuova sfida


Donatella Rampado

Stufi di non saper più cosa inventare per trovare nuovi clienti? La soluzione potrebbe essere quella di far lavorare i propri clienti facendoli diventare i migliori promoter.
Le opinioni e i suggerimenti dei clienti fidelizzati possono trasformarsi in azioni e possibilità per risolvere i famosi “colli di bottiglia” che il barista e il suo team, troppo presi dalla quotidianità, non riescono ad individuare correttamente. In Italia, sono pochi i bar che chiedono consulenza ai consulenti, figuriamoci ai propri clienti. Un’alternativa potrebbe essere quella di creare una community, difficile da far conoscere, certo, ma che, se ben gestita, può diventare una vera opportunità per far sì che i clienti stessi attivino il “passaparola” e siano loro stessi i promotori del locale, riducendo così le spese di marketing e promozionali.
Internet ha cambiato in tutto il mondo i comportamenti di milioni di persone, che navigano e sono diventate una controparte virtuale per molte attività e servizi. La posta diventa e-mail, i libri e-book, lo shopping e-commerce. Una qualsiasi attività, ben promossa in un blog, sito, Social o community, può ottenere suggerimenti, raccogliere informazioni in merito al servizio offerto e arrivare anche alla creazione di un prodotto o di un servizio a valore aggiunto e concorrenziale. Si potrebbe così coniare una nuova espressione, “Social Service”, perché il cambiamento nasce grazie alla comunità che si incontra, si aggrega e interagisce. Il grande vantaggio è rappresentato dalla riduzione dei tempi di risposta, dal taglio dei costi promozionali e dalla reale comprensione delle vere esigenze dei clienti. Certo esistono dei rischi: ricevere critiche, dover rispondere a suggerimenti inadeguati o non raccogliere partecipanti alla comunità, ma è indubbio che ascoltare il parere dei clienti stia sempre più prendendo piede. Naturalmente il mezzo che si desidera utilizzare deve essere interessante, prevedere promozioni o benefit per le idee che riceverà. Non è facile crearsi dei fan, ci si riesce se si costruisce un rapporto di fiducia costante e continuativo nel tempo. Chi avvia una community deve occuparsene giornalmente, dedicarci tempo ed energie, creare eventi e argomenti sempre interessanti. Per fidelizzare e trasformare un cliente nel miglior testimonial, è necessario rispettare alcune regole.

Da fare: Scegliere una persona di fiducia, che possa occuparsi giornalmente del sito e della community con competenza e nel rispetto del Brand del locale
Da evitare: Utilizzare “infiltrati virtuali” che si fingono clienti lasciando commenti. Essere smascherati penalizza sempre e per sempre

Da fare: Settimanalmente aggiornare il sito, con promozioni, suggerimenti, materiale interessante
Da evitare: Promettere prestazioni e qualità dei prodotti non veritiere

Da fare: Per le persone che scrivono sul network organizzare premi, promozioni sconti
Da evitare: Utilizzare “giovani esperti” in social ma poco esperti in comunicazione per il viral marketing

Da fare: Rispondere alla community con calore e simpatia
Da evitare: Rispondere ai propri fan della rete con risposte fredde o “marchettare”

Da fare: Periodicamente invitare gli opinion leader a delle colazioni o cene per raccogliere pareri, iniziative
Da evitare: Non fare nulla

Attenzione a cosa scrivete e a come lo scrivete: le persone si fidano sempre meno dei messaggi pubblicitari e promozionali. Da osservare, come esempio, www.mammaraccontati.it , dove le mamme consigliano, raccontano la loro storia e spiegano come hanno utilizzato i prodotti promuovendo così l’azienda, oppure www.mistermario.it dove gli utenti raccontano come si sono trovati con i professionisti che Mister Mario suggerisce; altro sito movimentato di consigli è quello di www.bonprix.it . La mancanza di fiducia crea Social in cui i consumatori si riuniscono e discutono prezzi e qualità del servizio. Prima di un acquisto, di un viaggio o della scelta di un ristorante, è ormai consuetudine consultare la blogosfera e leggere i pareri di chi ha già usato quel servizio e/o prodotto. Essere leali, offrire eccellenza e ascoltare i bisogni dei clienti farà si che gli stessi clienti promuovano il locale.
Il commento di un cliente è più credibile di qualsiasi pubblicità e quindi la tentazione di volersi “inserire” manipolando i commenti è forte. Non fatelo, i navigatori più esperti riescono a risalire alle fonti, verificano quante cose ha scritto in proposito “l’esperto”. Essere “smascherati” fa precipitare l’immagine. Certo è possibile ricevere dei commenti negativi da concorrenti o malintenzionati: la risposta migliore saranno i fatti e la mole di clienti che vi stimano e continuano a tornare nel vostro locale portando amici. Un sistema “immunitario” si costruisce con le azioni: qualità, servizio, rispetto e, perché no, una manciata di simpatia.

Check List

Prima di iniziare:

preparare un foglio Excel in cui compare del cliente fidelizzato: nome, cognome, indirizzo e-mail, telefono, gusti alimentari, data di compleanno e note particolari (figli, ecc.)
segnare in agenda o con un alert sul computer la data di compleanno del cliente, eventuali cerimonie e/o ricorrenze

Da fare sempre:

costantemente inviare auguri per le ricorrenze dei propri clienti
tenerli aggiornati sulle news del locale
per i clienti fidelizzati: avere un occhio di riguardo migliore sulle promozioni (a volte si fanno promozioni ai nuovi clienti escludendo i fidelizzati)

Monitorare:

organizzare un sistema promozionale premiante per i clienti che vi portano nuovi clienti
premiare i clienti che attraverso i Social rafforzano la vostra reputazione

http://www.selfbrand.it

http://www.selfbrand.it

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

In evidenza

3 posizioni aperte in azienda!

Ristopiù Lombardia vuole te!

Siamo alla ricerca di…

Nr. 1 RESPONSABILE CRM, la quale/il quale si occuperà di implementare miglioramenti ai processi CRM, e di proporre strategie e programmi multicanali per acquisire e fidelizzare i clienti.

[…]

Leggi di più ››

News

Aprile, primo o secondo stellato?

Ad aprile, se hai un ristorante, puoi scegliere: il tuo menù sarà a tre o cinque stelle? Sarà nuovo o sempre il solito? Sarà primaverile o quattrostagioni?

Dipende da te,

[…]

Come va la tua proposta di ittico?

A sentir parlare di prodotti ittici per il ristorante o il bar, molti imprenditori scappano:

-hanno paura che il cliente non apprezzi

-non sanno bene se fidarsi o meno della catena del freddo dei fornitori

-oltre alle classiche ricette trite e ritrite… non hanno fantasia culinaria da mettere in pista

E così… un bel pezzo di fatturato se ne va.

[…]

Idee vegan per la pausa pranzo primaverile

Sai che le proposte vegane per la pausa pranzo, se ben inserite nel menù, saranno apprezzate anche dal cliente che non ha scelto quel tipo di alimentazione. Il motivo?

-Sono nutrizionalmente complete.

[…]

Come stanno andando i tuoi Social?

Se sei un ristoratore o un imprenditore del bar sicuramente hai attivato la tua pagina Social, su Facebook e Instagram.

Per capire se la tua attività sul web sta funzionando,

[…]

Pistacchio Gold

Per cosa vanno matti i clienti in questo momento? Per i super croissant farciti riccamente! E sono ancor più contenti se il croissant in questione ha qualcosa di speciale! Con questa ricetta tieni assieme tutti questi desideri!

[…]

Risto Quality Card, solo vantaggi tangibili

Tutti parlano di carta fedeltà, dal benzinaio, al supermercato, addirittura alla banca o al circolo del tennis.

Tu però lavori in un mercato ben specifico, che ha le sue regole.

[…]

Pasta ripiena: quali i must da proporre con continuità?

Nell’offerta della pausa pranzo, che si parli di ristorante o di bar, la pasta ripiena ricopre sempre un ruolo rilevante, in quanto può costituire un piatto unico dal punto di vista nutrizionale,

[…]

Lo spritz e i suoi accompagnatori…

Tutti lo servono… ma quanto sanno prepararlo alla perfezione? Lo spritz è il salva-aperitivo di ogni locale. Anche tu sicuramente ce l’hai tra i tuoi top seller… sei certo di avere la ricetta unica,

[…]

Le 3 idee vincenti per riempire il locale all’ora del brunch

Il brunch è quel pasto che combina elementi della colazione e del pranzo ed è solitamente consumato in tarda mattinata fino al primo pomeriggio. Sapevi che il termine è un neologismo,

[…]

Con il magazine di aprile impari a gestire il locale

Quando si pensa alla gestione di un locale, bar o ristorante, tipicamente vengono alla mente: le ricette, i tavoli, la griglia, la macchina per il caffè, le stoviglie…

Invece,

[…]

Leggi di più ››