MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

L’importanza dell’etichetta. Anche al bar


Chi legge l’etichetta dei prodotti? Sino a qualche anno fa la risposta sarebbe stata “nessuno”. Oggi la risposta è “tutti”. L’educazione alimentare che ha modificato le scelte del consumatore nell’ultimo decennio ha anche coinvolto la sua consapevolezza e la sua attenzione: le persone vogliono mangiare meglio, sono preparate sui valori nutrizionali e soprattutto vogliono sapere cosa c’è dentro ai prodotti. Non è più un discorso di scadenza della referenza o di sua freschezza, ma proprio di mutata propensione alla conoscenza.

Un tempo nessuno si sarebbe sognato di controllare, in riferimento a una bistecca di carne: da quale animale proviene, dove questo è stato allevato, cosa ha mangiato, dove è stato macellato. Oggi, tutti, anche i più anziani, inforcano gli occhiali, leggono e studiano e poi decidono. Insomma, puntano alla qualità (o su quella che loro percepiscono come tale). Il discorso fila senza problemi quando l’acquisto è disintermediato, come al supermercato: il soggetto guarda, tocca, legge, compra/non compra e le informazioni sono tutte a sua disposizione.

Ben altro il discorso quando lo stesso soggetto si trova al bar o al ristorante: di brioche, latte, prosciutto, pane non si vede che il prodotto “nudo”, ossia senza confezione o imballo. E possono nascere dei dubbi in merito alla freschezza, alla provenienza, agli ingredienti, agli allergeni e così via.

La legge ha normato questo delicato passaggio di informazioni e i locali sono chiamati ad affiggere gli ingredienti dei prodotti, specie in riferimento alla presenza di allergeni. Attenzione, però: rispettare la legge potrebbe voler dire, per l’operatore poco attento, predisporre una cartellonistica sciatta, collocata in uno spazio laterale e poco “raggiungibile” dall’occhio del consumatore. Eppure, abbiamo appena visto che il consumatore ricerca con forza informazioni relative a ciò che sta per mangiare: perché non accontentarlo?

Se il consumatore trova ben esposti gli ingredienti di un certo prodotto, potrà consultare il documento – specie se ben scritto, a caratteri grandi, ben illuminato e graficamente accattivante – e poi scegliere in libertà e con soddisfazione se consumare o meno pane, pizza, fetta di torta e così via.

Non si parla di investire, riprogettare il locale, cambiare il menù: solo di curare una piccola parte del servizio fornito (piccola per noi, gigantesca per il consumatore). Vale la pena pensarci.

http://ristopiulombardia.it

Tags: , , , , ,

Lascia un commento

In evidenza

Il 26/6 accelera il tuo business!

Messaggio del Presidente Giuseppe Arditi rivolto a tutti gli imprenditori della distribuzione!

“È arrivato per me il momento di prendere in mano tutte le mie conoscenze e di… consegnartele!

[…]

Leggi di più ››

News

E per l’estate vini leggeri e freschi

Con il giorno più lungo dell’anno inizia l’estate, ufficialmente.

E ufficialmente si aprono anche i lunghi aperitivi, le cene all’aperto: il tuo locale si trasforma in un meraviglioso luogo di intrattenimento – zanzare permettendo – in cui la voglia di relax e divertimento è presente a ogni ora,

[…]

Mini fagottini di verdure gratinati ai germogli

Per il tuo aperitivo innovativo… per stupire i clienti, per aggiungere quel tocco “asian food” che piace tantissimo. Insomma: per rivitalizzare il tuo locale dalle 17 in poi, oltre a un cocktail preparato a regola d’arte ti proponiamo questa ricetta che ha per ingredienti principali i mini fagottini di patate.

[…]

Recensioni negative: come affrontarle?

Se sei sui Social lo sai: devi mettere in conto le recensioni negative che possono piovere a catinelle e rappresentare un bel problema per la reputazione del tuo locale.

Siccome non puoi non avere una pagina Facebook o Instagram,

[…]

Non sei contento del tuo fornitore? Cambia!

Nella vita non c’è niente di eterno, men che meno il tuo fornitore di fiducia.

Vuoi fare un test molto rapido per vedere se ti stai appoggiando al giusto partner capace di far volare verso il successo il locale?

[…]

Più Bubble Tea di così non si può!

Sei rimasto solo tu a non avere il Bubble Tea?

Guardati attorno: tutti i bar di un certo livello – ovvero quelli che vogliono essere sempre pieni di clientela,

[…]

Verso la Giornata della ristorazione

“E’ con entusiasmo e fiducia che annunciamo l´iter in commissione 10 alla Camera, della proposta di legge che istituisce la “Giornata della ristorazione”, che accende il riflettore su un settore strategico e competitivo dell´economia italiana e che rappresenta uno degli elementi di maggior appeal del turismo verso il nostro Paese”.

[…]

Ghiaccio nei cocktail? Parliamone in modo serio

La gestione e la conservazione del ghiaccio sono cruciali in qualsiasi bar che serva cocktail, specialmente per l’aperitivo, quando i drink devono essere presentati al meglio sia in termini di sapore che di aspetto.

[…]

Il giorno giusto per acquistare… Aperitivo Perfetto!

Cos’è Aperitivo Perfetto nel tuo locale? Il libro scritto da Giuseppe Arditi con Daniele Cascio che ti propone “strategie pratiche per illuminare e migliorare il momento dell’aperitivo nel tuo locale”. 

[…]

Quale combinazione vincente per il tonno?

Il tonno – sia fresco che in conserva – è un salva-pranzo e salva-cena non solo quando si è a casa. È talmente amato che anche al bar in pausa pranzo può diventare un ingrediente goloso specie in questo periodo,

[…]

Lo conferma il magazine: con l’estate cambia tutto

È proprio vero: con l’estate cambia tutto. Cambia il clima. Cambia il modo di fare dei clienti, cambia il tuo menù del pranzo e dell’aperitivo, perché con 35 gradi umidi è molto difficile far digerire un bel piatto caldo.

[…]

Leggi di più ››