MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Il potenziale della community dei clienti


Donatella Rampado – Internet ha cambiato in tutto il mondo i comportamenti di milioni di persone. Una qualsiasi attività, promuovendo nel proprio sito una comunità virtuale, può ottenere suggerimenti, raccogliere informazioni in merito al servizio offerto e arrivare anche alla creazione di un prodotto o di un servizio a valore aggiunto e concorrenziale.

Il vantaggio?

Per esempio la riduzione dei tempi di risposta, il taglio dei costi promozionali e la reale comprensione delle vere esigenze dei clienti.

I rischi?

Ricevere critiche, dover rispondere a suggerimenti inadeguati o non cogliere partecipanti alla comunità.

Di sicuro ascoltare il parere dei clienti attraverso il proprio sito e community sta sempre più prendendo piede. La nuova sfida potrebbe essere quella di far lavorare i clienti facendoli diventare i nostri promoter.

Ossia?

Le opinioni e i suggerimenti dei clienti potrebbero trasformarsi in azioni e possibilità per risolvere i famosi “colli di bottiglia” che l’azienda e i manager, troppo presi dalla quotidianità, non riescono a individuare correttamente.

Una community, se ben gestita, può diventare una vera opportunità per far sì che i clienti stessi attivino il “passaparola” e siano loro stessi i promotori del locale, riducendo così le spese di marketing. Naturalmente l’azienda deve rendere il sito interessante, prevedere promozioni o benefit per le idee che riceverà.

Chi avvia un social network deve occuparsene giornalmente, dedicarvi tempo ed energie, creare eventi e argomenti sempre interessanti. I potenziali clienti vanno cercati sulla rete attraverso altri social network. Il vantaggio di una community è di velocizzare i tempi di ascolto, ma devono esserci vantaggi anche per chi partecipa, come sconti, inviti a degustazione, regali e altri benefit.  Per fidelizzare e trasformare un cliente nel miglior testimonial è necessario rispettare alcune regole. Per esempio:

  • Scegliere una persona di fiducia, che conosca la società e con competenze specifiche che si occupi del sito e della community
  • Settimanalmente aggiornare il sito, con promozioni, suggerimenti, materiale interessante
  • Per le persone che scrivono sul network organizzare premi, promozioni sconti
  • Rispondere alla community con calore e simpatia

 

Meglio, invece, evitare di:

  • Utilizzare “infiltrati virtuali” che si fingono clienti lasciando commenti
  • Promettere prestazioni e qualità dei prodotti non veritiere
  • Utilizzare studenti per il viral marketing
  • Rispondere ai propri fan della rete con risposte fredde, ‘marchettare’ o promozionali
  • Utilizzare blogger per esercitare pressioni manipolatorie

 

Attenzione a cosa scrivete e a come lo scrivete: le persone si fidano sempre meno dei messaggi pubblicitari e promozionali. Essere leali, offrire eccellenza e ascoltare i bisogni dei clienti, farà si che gli stessi clienti vi promuovano velocizzando il passaparola.

Il commento di un cliente è più credibile di qualsiasi pubblicità e quindi la tentazione di volersi “inserire” manipolando i commenti è forte. Non fatelo, i navigatori più esperti riescono a risalire alle fonti ed essere “smascherati” fa precipitare l’immagine. Un rischio che è meglio non correre.

 

https://www.selfbrand.it/

http://www.donatellarampado.com/

 

 

Tags: ,

Lascia un commento

In evidenza

Aperitivo Perfetto? Segui il webinar!

Occasione incredibile, eccezionale e irripetibile per te imprenditore dell’horeca che vuoi portare al successo il tuo locale. Vediamo nel dettaglio cosa si tratta… tu intanto inizia a bloccare l’agenda per il 25 luglio alle ore 15.

[…]

Leggi di più ››

News

Sughi pronti, quali preferire?

La pasta è uno dei piatti forti della pausa pranzo di qualunque bar o trattoria, da Palermo a Bolzano, in inverno e in estate. Non sempre hai la possibilità (tempo,

[…]

Dehor, come renderlo fresco e accogliente?

Tu chiamalo plateatico, o dehor se ha una struttura portante: insomma, lo spazio esterno al tuo bar o ristorante. Con le temperature estive diventa parte integrante del tuo ambiente di servizio,

[…]

Per te la nuova Wine Room

Ristopiù Lombardia ha recentemente inaugurato un nuovo spazio dedicato espressamente ai suoi clienti in visita.

Come sa chi è già cliente o ha avuto modo di frequentare l’azienda che ha sede in via Monte Tre Croci a Varedo,

[…]

Magazine di luglio: cosa ti attende?

Qual è la risorsa più importante del tuo locale? Non il cibo, non l’aria condizionata o i tavolini fuori… è il personale! E la motivazione delle persone che lavorano con te è lo strumento che ti aiuta ad avere successo.

[…]

Iced coffee e dolcetto a seguire

Quando la temperatura è caliente anche l’adorato caffè può risultare indigesto… eppure la gente non vuole assolutamente rinunciare all’aroma del caffè, solo al suo bollore!

Come fare? Semplice,

[…]

Happy Colazione Time!

Hai letto bene: Happy Colazione Time a te e a tutti i tuoi clienti!

-A te imprenditore che puoi beneficiare dei bonus e della formazione che ti propone Luglio,

[…]

Avena, l’alternativa per il tuo cappuccino

In questo luglio, Mese internazionale di Colazione Perfetta, celebriamo non solo il food per il momento colazione, ma anche tutto ciò che viene proposto in combinata a livello beverage.

Quindi innanzitutto i succhi Rauch al mirtillo,

[…]

A merenda? Solo Gran Fortunello!

A metà pomeriggio arrivano chiassosi per la merenda: sono i tuoi clienti più difficili, i bambini, che:

-non hanno tempo

-hanno fame e vogliono essere soddisfatti subito

-cercano qualcosa di sfizioso,

[…]

Verdura come piatto di punta? Oh yes!

Niente come l’estate e il caldo portano le persone a chiederti piatti leggeri e freschi. Questa combinazione si trova nella verdura, che garantisce anche una bellezza colorata al piatto e una versatilità importante negli abbinamenti.

[…]

Idratarsi sì, ma come?

Acqua ok, e poi? Quando il caldo – anche in questa estate ballerina a livello di temperature – si fa sentire, il tuo bar diventa il luogo nel quale le persone entrano principalmente per dissetarsi,

[…]

Leggi di più ››