MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Caro cliente, cosa fai qua?


 

Molti imprenditori di bar e locali aprono il 27 dicembre molto incerti.

Sotto sotto sperano che nessun cliente si presenti. Immaginano le persone ancora “piegate” dai postumi dei pranzi di Natale e Santo Stefano.

E invece, puntuali, arrivano in tantissimi: gli operari che non lasciano il cantiere “scoperto” per delle settimane; i liberi professionisti, che hanno sempre qualche attività da portare avanti; i dipendenti degli uffici pubblici, delle banche. A rimanere a casa, sotto il piumone sono solo gli studenti.

Ecco che il bar ridiventa rapidamente, dopo due giorni di pausa, il cuore delle relazioni e degli incontri.

Di seguito 5 suggerimenti per rendere speciali le due giornate di oggi e domani, prima dell’arrivo dell’ultimo weekend dell’anno:

1 non smorzare l’atmosfera natalizia. Ci sono ancora diversi giorni per festeggiare. Mantiene il tuo locale con il clima di festa, in modo che chi si reca al lavoro sia comunque contento

2 considera questi giorni speciali, pertanto regala una coccola a chi ti viene a trovare: un cioccolatino con il caffè, un piccolo assaggio di panettone

3 gioca con il rosso e inizia a proporre le referenze che vuoi vendere per Capodanno (con un occhio a quelle che, purtroppo, dal 2 gennaio saranno obsolete non vorrà più nessuno… come lo spumante…). Trovi le idee su www.ristopiulombardia.it.

4 proponi un countdown per la Befana, predisponendo in bella mostra le calze, oppure un’estrazione a sorte: in questo modo “costringerai” i tuoi clienti a ritornare e allungherai il periodo che cade sotto l’ombrello delle feste… per poi ripartire, dal 7 gennaio, con San Valentino!

5 scalda, tutto quello che puoi: l’ambiente, il cibo, punta su zuppe di ogni genere, cioccolate calde, tisane. Il calore non fa bene solo al corpo, è un ottimo “attivatore” della felicità della mente.

Ogni mattina puoi decidere di essere un ottimo imprenditore, un imprenditore distratto, uno che si impegna, uno che pensa solo al conto in banca.

Ogni mattina il cliente entra nel tuo locale e ha sempre una sola aspettativa: trovare cibo buono servito con cura.

Conviene che vi troviate a metà strada: esattamente nel punto in cui si propone – e si riceve – una customer experience di livello.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *