MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

A casa Ristopiù piccoli chef in visita


Grande festa, oggi, in casa Ristopiù Lombardia, che ha aperto le sue porte per ricevere 40 bambini della scuola materna H.C. Andersen di Varedo.

I piccoli, di quattro e cinque anni, si sono presentati “agguerriti” e desiderosi di impersonare, per un giorno, dei veri chef (come quelli che vedono tante volte nei cartoni animati e nelle trasmissioni tv, oppure nei ristoranti).

Tutti muniti di cappellino (che loro stessi hanno personalizzato nei giorni passati), sono stati accolti dallo staff di Ristopiù e, sempre accuditi dalle bravissime maestre, accompagnati al “cospetto” del supermegachef Ruggero De Lazzari, a capo dell’Academy Ristopiù.

Quale magia può scaturire dall’incontro tra dei bambini e un’azienda che commercializza prodotti per l’Horeca?

L’amore per il cibo.

Il cibo che sostiene, che mantiene in vita, che consente di avere energia per svolgere compiti, lavoretti… e giocare durante la giornata. Proprio questo tema i bambini della scuola materna Andersen hanno scoperto, tra le mura di Ristopiù, agganciandosi al progetto didattico dell’anno che riguarda la parola “energia” e tutte le sue correlazioni. Anche quelle con l’alimentazione, appunto.

Lo Chef Ruggero ha mostrato loro come si prepara e si completa una brioche.

Con la tecnica dell’“imparo facendo”, i bimbi acquisiscono competenze e vivono emozioni che rimarranno fortemente impresse nella loro mente. Facile immaginare che qualcuno di loro, davvero colpito dalla magia della cucina, decida un giorno di dedicarsi a questa incredibile arte.

“Ristopiù Lombardia – spiega il suo presidente, Giuseppe Arditi – tiene tantissimo a coltivare e sostenere il legame con il suo territorio di riferimento. Siamo la casa del cibo, delle esperienze, abbiamo un mondo di curiosità da raccontare. Ci sentiamo parte viva di un progetto che è finalizzato al benessere di tutte le persone, non solo alla vendita. Per questo motivo questi 40 bambini curiosi sono per noi linfa vitale. Motivo per lavorare sempre meglio, per condividere sempre di più la nostra idea di ‘fare bene’ con le persone che vivono a Varedo e attorno a questo comune”.

http://www.aldomorovaredo.gov.it/

 

 

 

Lascia un commento