MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Tutti pazzi per il ginseng


 

Sentirsi chiedere un cappuccino al ginseng macchiato latte di soia non è più una novità.

Un tempo il barista avrebbe storto il naso di fronte a questa richiesta, oggi in due secondi appronta la bevanda, certo di aver conquistato la fedeltà di questo cliente un po’ particolare.

Integratore con meno difetti ed effetti negativi del caffè, il ginseng è considerato il suo sostituto naturale da parte di coloro – sempre di più – che seguono un’alimentazione all’insegna del salutismo, delle novità, e che magari per problemi di salute non possono gustare una tazzina di caffè.

A queste persone si risponde, anche nei locali, con un liofilizzato di qualità. Magari più cremoso, oppure più intenso.

Ugualmente all’orzo, altra bevanda molto in voga, il ginseng non può mancare nell’offerta dei locali. La marginalità è buona, la macchina apposita è esteticamente pregevole e trasforma il locale in un luogo “salutistico”, nel quale anche vegetariani e vegani possono trovarsi a proprio agio.

Quali sono, poi, i complementi del ginseng?

-In questa stagione di sicuro la frutta fresca, ma anche gli smoothies

-Le preparazioni a base di cuscus o quinoa, che stanno soppiantando la cara, vecchia, insalata di riso

-I salumi non salumi, ossia vegetariani, da abbinare a verdure cotte o grigliate

-Quell’intero mondo di seitan, formaggi vegetali, creme bio ai diversi gusti che sostituiscono le classiche maionese o ketchup

Moltissime volte gli imprenditori chiedono al presidente Arditi se è necessario sostituire i classici prodotti per far spazio a quelli vegani o salutistici. La risposta è sempre una e univoca: assolutamente no.

Stiamo parlando di nuovi consumi e nuove esigenze che per gli operatori dell’Horeca si devono trasformare in “complemento e completamento dell’offerta”.

Magari tra qualche anno nessun over 65 berrà più un caffè per proteggere il cuore. Attualmente, però, non è così.

Il ginseng è un prodotto percepito come “nobile” e come tale deve essere venduto: come una chicca, una preziosità per far comprendere quanto si è in linea con le tendenze del momento.

Ristopiù ha già inserito da tempo diversi tipi di ginseng a catalogo, senza zucchero, al caramello, aromatico, anche con l’apposito erogatore.

Per vedere l’offerta completa, è sufficiente digitare “ginseng” sul sito www.ristopiulombardia.it, nello spazio della query, dove si trova la lente d’ingrandimento.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *