MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Pensierino di fine anno


Giuseppe Arditi – Ecco l’ultimo pensierino dell’anno.

Lo dedico a te imprenditore, mio collega, che ti alzi ogni mattina all’alba e sei pronto a superare ogni ostacolo.

Sei stato bravo? Ossia: hai fatto il meglio possibile?

Allora per te è stato certamente un buon anno.

Hai dato il meglio anche per i tuoi dipendenti, ti sei occupato del loro benessere, hai creato un clima aziendale positivo, in cui la produttività si sposa con la soddisfazione personale?

Allora per te è stato certamente un buon anno.

Ti sei occupato con “sentimento” del tuo cliente, che vede in te l’ancora di salvataggio capace di preparare il miglior caffè del mondo; di offrire i tagliolini più stupefacenti di tutta la regione e il vino più esclusivo che ci sia? Hai cercato di innovare, ossia ti sei messo d’impegno per non portare al tavolo sempre lo stesso menù, che viene a noia persino alle tovaglie?

Allora per te è stato certamente un buon anno.

Hai pensato in modo etico? Ossia, hai iniziato a guardare in modo nuovo al tema della sostenibilità, cercando di fare qualcosa nel concreto (risparmio energetico, carta riciclata, doggy bag, verdura a chilometri zero…), ottimizzando la logistica, il magazzino, cercando di sprecare il meno possibile?

Allora per te è stato certamente un buon anno.

Sei stato solidale, ti sei guardato attorno per cercare di conoscere le situazioni problematiche del tuo territorio e ti sei impegnato per dare una mano alla comunità nella quale tu stessi lavori?

Allora per te è stato certamente un buon anno.

Hai portato frutti preziosi (ossia fatturato) cercando di non calpestare i concorrenti, ma rispettandoli… e comunque andando per la tua strada?

Allora per te è stato certamente un buon anno.

 

Se per tantissime ragioni non è stato un buon anno.

Se il lavoro è stato faticose, le persone non ti hanno supportato. I fornitori sono stati pessimi, i dipendenti problematici, la vita privata in salita… fermati e respira.

Hai la possibilità di riprendere, ripensare, girare il percorso, guardare alla vita in modo nuovo.

C’è sempre una risposta, anche quando non conosciamo nemmeno la domanda.

Ti auguro pace, che significa buone relazioni e tranquillità del cuore. Parti da qui e spingi sull’acceleratore. Buon 2018 da me e da tutta Ristopiù Lombardia

 

 

Lascia un commento