MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Il ristoratore? Deve essere anche manager


Marco Picotti – La legge di bilancio del 2017 sancisce l’eliminazione degli studi di settore in concomitanza con la fine dell’anno; gli stessi saranno sostituiti da nuovi strumenti, rispetto ai quali si hanno solamente notizie frammentarie. Comunque vada, avremo a che fare con nuovi sistemi di calcolo del reddito d’impresa, con nomi che sembrano concettualmente simili al precedente sistema, quali: indicatore di compliance (traduzione da Wikipedia “indicatore di conformità”), grado di affidabilità, pagella dell’imprenditore.

Pare, quindi, che l’imprenditore permanga schiavo di un sistema che fissa l’utile in base a tabelle generiche, senza consentirgli la possibilità di dichiarare il margine reale, salvo incorrere in controlli, sanzioni e sanatorie infiniti.

Comunque vada a finire, siamo ancora soggetti ai tanto odiati studi di settore, argomento sul quale la Confcommercio, in un articolo pubblicato a settembre del 2016 sul proprio mensile, fa una analisi impietosa.

Molti imprenditori, nel momento in cui si avvicina la fine dell’anno, si sentono dire dal proprio commercialista: “Devi fare qualcosa, non sei congruo e coerente” e qui scatta il bisticcio con il professionista che, in verità, quale mero ambasciatore, non porta pena.

La Confcommercio dei Ristoratori del Trentino ha provato a fare un po’ di conti in tasca al ristoratore partendo dalla regola del tre che lo Stato applica in fase di verifica, ovvero: 1, costo della materia prima: non deve superare il 33% del fatturato. 2, costo delle retribuzioni: non deve superare il 35% del fatturato. 3, costi fissi: non devono superare il 25% del fatturato.

Posto che spesso ci troviamo a superare tali soglie cadendo nella “non congruità”, è molto interessante l’applicazione degli studi di settore a una fattura per due pasti (si veda l’immagine qui di seguito).

Da questa impietosa ma puntuale analisi si evince che costi così elevati e margini così ridotti impongono una gestione manageriale attenta e puntuale, negando ogni possibilità di compiere anche il più piccolo passo falso.

Schermata 2017-04-05 alle 08.36.48

Tags: , , , , , , , ,

Lascia un commento

In evidenza

Nuove posizioni aperte in azienda!

Ristopiù Lombardia SpA Società Benefit a Socio Unico ricerca: Addetto/A operatore telefonico

STIAMO CERCANDO nr. 2 OPERATRICI / OPERATORI TELEFONICI ESPERTI IN:

– SVILUPPO FATTURATO CLIENTI VIP

[…]

Leggi di più ››

News

La storia dell’aperitivo che non ti aspetti

La storia dell’aperitivo che non ti aspetti è quella che ha per protagonisti dei finger food che non ti aspetti. Scommettiamo che siamo in grado, magicamente, di indovinare cosa porterai in tavola con lo spritz?

[…]

È tempo di parlare di succhi e smoothies

Hai un bar? Allora non puoi non conoscere la differenza tra prodotti analoghi ma ben diversi tra loro. Ne va della tua reputazione!

Con l’avvicinarsi della bella stagione puoi “riaprire” il menù a succhi e smoothies in quantità,

[…]

Aprile, primo o secondo stellato?

Ad aprile, se hai un ristorante, puoi scegliere: il tuo menù sarà a tre o cinque stelle? Sarà nuovo o sempre il solito? Sarà primaverile o quattrostagioni?

Dipende da te,

[…]

Come va la tua proposta di ittico?

A sentir parlare di prodotti ittici per il ristorante o il bar, molti imprenditori scappano:

-hanno paura che il cliente non apprezzi

-non sanno bene se fidarsi o meno della catena del freddo dei fornitori

-oltre alle classiche ricette trite e ritrite… non hanno fantasia culinaria da mettere in pista

E così… un bel pezzo di fatturato se ne va.

[…]

Idee vegan per la pausa pranzo primaverile

Sai che le proposte vegane per la pausa pranzo, se ben inserite nel menù, saranno apprezzate anche dal cliente che non ha scelto quel tipo di alimentazione. Il motivo?

-Sono nutrizionalmente complete.

[…]

Come stanno andando i tuoi Social?

Se sei un ristoratore o un imprenditore del bar sicuramente hai attivato la tua pagina Social, su Facebook e Instagram.

Per capire se la tua attività sul web sta funzionando,

[…]

Pistacchio Gold

Per cosa vanno matti i clienti in questo momento? Per i super croissant farciti riccamente! E sono ancor più contenti se il croissant in questione ha qualcosa di speciale! Con questa ricetta tieni assieme tutti questi desideri!

[…]

Risto Quality Card, solo vantaggi tangibili

Tutti parlano di carta fedeltà, dal benzinaio, al supermercato, addirittura alla banca o al circolo del tennis.

Tu però lavori in un mercato ben specifico, che ha le sue regole.

[…]

Pasta ripiena: quali i must da proporre con continuità?

Nell’offerta della pausa pranzo, che si parli di ristorante o di bar, la pasta ripiena ricopre sempre un ruolo rilevante, in quanto può costituire un piatto unico dal punto di vista nutrizionale,

[…]

Lo spritz e i suoi accompagnatori…

Tutti lo servono… ma quanto sanno prepararlo alla perfezione? Lo spritz è il salva-aperitivo di ogni locale. Anche tu sicuramente ce l’hai tra i tuoi top seller… sei certo di avere la ricetta unica,

[…]

Leggi di più ››