MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Come costruisci l’ordine delle priorità?


Giuseppe Arditi – Conosco bravissimi imprenditori di bar che faticano a gestire al meglio il loro locale perché sono oberati da impegni e spesso si ritrovano:

-con il magazzino pieno di polenta ad agosto o gelati a novembre

-con prodotti in scadenza lasciati in fondo allo scaffale, a cui nessuno guarda più

-con dipendenti non sempre soddisfatti, perché magari i turni non sono stati composti in maniera corretta

-con clienti che vanno e vengono senza fermarsi mai perché non sono state messe in atto strategie di fidelizzazione

-con pagine Facebook, blog o siti aggiornati alla stagione precedente

È vero, le attività sono tantissime. Ma senza costruire un ordine delle priorità diventa davvero complicato rimanere sul mercato.

Siete a corto di idee? Ecco qualche suggerimento per voi.

1 programmare. Cosa? Tutto. Le visite dei fornitori, l’orario di scongelamento della pizza, l’accensione delle macchine o delle luci. Le pause dei dipendenti, l’arrivo dei giornali, il cambio delle tovaglie. Più si programma, meno si corre. Più si modula il programma sulla base delle esigenze contingenti, più tutto è tenuto sotto controllo.

2 delegare. Cosa? Ciò che non è “core”, sulla base della vostra competenza e della tipologia di azienda. Non è detto che sia sempre l’imprenditore a dover trattare con i fornitori, a dover stare alla cassa. Persone di fiducia possono diventare il vostro braccio destro e liberarvi da impegni non strategici. In questo modo ricaverete tempo per pensare ad ampliare il locale, inserire nuove referenze, progettare eventi o novità.

3 monitorare. Cosa? Tutto? Il controllo può essere a campione, oppure quotidiano. Non significa “fare al posto dell’altro”, ma verificare che tutto vada bene e sia corretto (vale per il fornitore, per il dipendente, per i conti…).

4 armonizzare. Questo vale per le tante imprenditrici donne così come per gli uomini: la vita privata e quella professionale spesso vanno in conflitto, se la seconda prende il sopravvento sulla prima. Occorre impegnarsi per mantenere un equilibrio che renda felici sia sul posto di lavoro che tra le mura di casa. Ciò è possibile se si mettono in pratica i punti 1,2,3.

È sufficiente, tutto questo, per avere un’impresa di successo? No. Questi sono elementi che migliorano lo stato delle cose e lo scorrere del tempo. Per spingere e far crescere il business bisogna essere certi di avere un’idea vincente ed essere disposti a farla crescere.

Chi pensa di essere arrivato al top, o non teme la concorrenza, o non è interessato a battere i competitor, manterrà una posizione di tranquillità, che di certo non gli consentirà di aumentare il fatturato.

Forza, possiamo tutti fare molto meglio, parola di Jo il Guerriero delle Vendite!

 

 

 

 

Lascia un commento

In evidenza

Nuove posizioni aperte in azienda!

Ristopiù Lombardia SpA Società Benefit a Socio Unico ricerca: Addetto/A operatore telefonico

STIAMO CERCANDO nr. 2 OPERATRICI / OPERATORI TELEFONICI ESPERTI IN:

– SVILUPPO FATTURATO CLIENTI VIP

[…]

Leggi di più ››

News

La storia dell’aperitivo che non ti aspetti

La storia dell’aperitivo che non ti aspetti è quella che ha per protagonisti dei finger food che non ti aspetti. Scommettiamo che siamo in grado, magicamente, di indovinare cosa porterai in tavola con lo spritz?

[…]

È tempo di parlare di succhi e smoothies

Hai un bar? Allora non puoi non conoscere la differenza tra prodotti analoghi ma ben diversi tra loro. Ne va della tua reputazione!

Con l’avvicinarsi della bella stagione puoi “riaprire” il menù a succhi e smoothies in quantità,

[…]

Aprile, primo o secondo stellato?

Ad aprile, se hai un ristorante, puoi scegliere: il tuo menù sarà a tre o cinque stelle? Sarà nuovo o sempre il solito? Sarà primaverile o quattrostagioni?

Dipende da te,

[…]

Come va la tua proposta di ittico?

A sentir parlare di prodotti ittici per il ristorante o il bar, molti imprenditori scappano:

-hanno paura che il cliente non apprezzi

-non sanno bene se fidarsi o meno della catena del freddo dei fornitori

-oltre alle classiche ricette trite e ritrite… non hanno fantasia culinaria da mettere in pista

E così… un bel pezzo di fatturato se ne va.

[…]

Idee vegan per la pausa pranzo primaverile

Sai che le proposte vegane per la pausa pranzo, se ben inserite nel menù, saranno apprezzate anche dal cliente che non ha scelto quel tipo di alimentazione. Il motivo?

-Sono nutrizionalmente complete.

[…]

Come stanno andando i tuoi Social?

Se sei un ristoratore o un imprenditore del bar sicuramente hai attivato la tua pagina Social, su Facebook e Instagram.

Per capire se la tua attività sul web sta funzionando,

[…]

Pistacchio Gold

Per cosa vanno matti i clienti in questo momento? Per i super croissant farciti riccamente! E sono ancor più contenti se il croissant in questione ha qualcosa di speciale! Con questa ricetta tieni assieme tutti questi desideri!

[…]

Risto Quality Card, solo vantaggi tangibili

Tutti parlano di carta fedeltà, dal benzinaio, al supermercato, addirittura alla banca o al circolo del tennis.

Tu però lavori in un mercato ben specifico, che ha le sue regole.

[…]

Pasta ripiena: quali i must da proporre con continuità?

Nell’offerta della pausa pranzo, che si parli di ristorante o di bar, la pasta ripiena ricopre sempre un ruolo rilevante, in quanto può costituire un piatto unico dal punto di vista nutrizionale,

[…]

Lo spritz e i suoi accompagnatori…

Tutti lo servono… ma quanto sanno prepararlo alla perfezione? Lo spritz è il salva-aperitivo di ogni locale. Anche tu sicuramente ce l’hai tra i tuoi top seller… sei certo di avere la ricetta unica,

[…]

Leggi di più ››