MENU

RistopiùNews - Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Notizie dal mondo della ristorazione a cura di Ristopiù Lombardia SpA

Impara a difenderti: alle donne pensa Ristopiù


Hai paura a tornare a casa la sera, dopo il lavoro? Vorresti uscire con le amiche per l’aperitivo, ma il pensiero di prendere i mezzi ti fa rinunciare? La vita nelle città è complessa, specie per le ragazze e le donne. Muoversi con spensieratezza diventa difficile, perché difendersi da un’eventuale minaccia è praticamente impossibile. A meno che… non si impari a muoversi con astuzia, agilità, e a evitare i pericoli.

In occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, RistoDonna, brand di Ristopiù dedicato a tutte le donne, organizza un Corso di Difesa Personale che ha proprio lo scopo di aiutare tutte le donne e ragazze a gestire un’eventuale minaccia fisica.

Nelle ore di corso, guidate da un professionista specializzato in difesa personale, le donne impareranno a gestire diverse situazioni di pericolo. Si confronteranno con l’uso della forza, con il respingimento di un malintenzionato; impareranno a osservare l’ambiente e a riconoscere gli eventuali elementi ostili. Un percorso di accrescimento della consapevolezza, per uscire sicure e garantire la sicurezza per se stesse e le amiche (si pensi alle ragazze che escono di notte dalla discoteca).

La possibilità di partecipare è doppia e viene incontro alle necessità lavorative delle persone: le interessate potranno infatti essere presenti o la mattina, dalle 9,30 alle 11,30, oppure il pomeriggio, dalle 15 alle 17.

La partecipazione al Corso è gratuita, è però necessario confermare la propria presenza contattando subito il Service Center al numero verde 800078844.

Violenza, femminicidi, stalking, molestie sono argomenti che spesso vengono trattati dai mezzi di comunicazione. Ma qual è la vera portata del fenomeno? Un documento redatto dal Senato della Repubblica ci fornisce un quadro abbastanza fosco. Eccolo di seguito.

  • Secondo i dati Istat relativi al 2014, circa 4 milioni e 400 mila donne in Italia hanno sofferto abusi fisici o psicologi da parte del partner: una donna su 4 tra quelle che vivevano un rapporto di coppia.
  • Nel 2016 sono state assassinate 149 donne, di cui 111 – tre su quattro: circa il 75 per cento – a opera di un componente della famiglia. Più di 4 mila donne hanno denunciato violenze sessuali, più di 13 mila sono state vittima di stalking – quasi la metà in più rispetto al 2011- e 14 mila hanno sporto denuncia per maltrattamenti.
  • Nel corso della propria vita, poco meno di 7 milioni di donne tra i 16 e i 70 anni (6 milioni 788 mila), quasi una su tre (31,5%), riferiscono di aver subito una qualche forma di violenza fisica o sessuale, dalle forme meno gravi (come la molestia) a quelle più gravi, come il tentativo di strangolamento o lo stupro.

(Fonte: Senato della Repubblica, Femminicidio, Vittime e carnefici in Italia: la prima mappa italiana della violenza sulle donne (e i loro aggressori, marzo 2018)

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *